Bali

Un viaggio a Bali fra le bellezze di spiagge e foreste e la pace dei luoghi sacri

Un viaggio a Bali tra Denpasar, la Foresta delle Scimmie e le spiagge di Kuta

Un viaggio a Bali è un’occasione unica per scoprire non solo le bellezze che la natura di quest’isola nasconde, ma anche per immergersi nelle tradizioni indonesiane. Bali fa parte dell’arcipelago delle Piccole Isole di Sonda, ed è famosa sia per le spiagge bellissime, che permettono di praticare diversi sport acquatici, sia per la ricchezza di templi, che ne fanno uno dei centri della cultura religiosa del paese.

Il periodo migliore per organizzare un viaggio a Bali va dalla fine di aprile all’inizio di ottobre: maggio è l’alternativa migliore nella bassa stagione, anche se le temperature sono un po’ più alte, mentre agosto è in assoluto il mese migliore, scelto con giugno dagli amanti del surf.

Cosa vedere a Bali: Denpasar

Denpasar è il capoluogo dell’isola e anche una delle città importanti di tutta questa zona: qui è possibile trovare musei e luoghi dove conoscere le tradizioni balinesi, fra cui il Pasar Bandung, il mercato più grande dell’isola, dove è possibile diversi oggetti tipici e souvenir. Denpasar è ricca anche di templi, come il moderno Tempio di Jagatnata, che ospita diverse cerimonie ufficiali e l’antico Tempio di Pura Maospahit, costruito nel XIV secolo.

Per gli amanti della natura una tappa imperdibile è quella del Turtle Conservation and Education Center, all’interno del quale vengono ospitate e curate diverse tartarughe marine.

Cosa vedere a Bali: la foresta delle Scimmie

Bali è un paradiso naturale e nei pressi di Ubud, piccola cittadina che si trova in zona collinare, si trova la Foresta della Scimmie. Questo luogo, in grado di attirare ogni anno decine di migliaia di visitatori, deve il suo nome alla specie di scimmia che qui è ospitato, la scimmia balinese: piccola, con una pelliccia caratterizzata dai colori bruni sul dorso e chiari sul ventre, ha anche un carattere assolutamente dispettoso che la porta a cercare di sottrarre piccoli oggetti, come occhiali o fotocamere, ai turisti.

Oltre alla colonia di scimmie la foresta ospita tre grandi templi dedicati alle divinità indù, fra cui il più importante è il Tempio della Primavera Sacra.

Le spiagge di Kuta e il Tempio di Tanah Lot

Nella parte più meridionale di Bali si trova la località di Kuta, meta preferita dagli amanti del surf e del mare in genere: nella spiaggia di Kuta Beach è possibile cavalcare le onde o anche semplicemente rilassarsi sulla spiaggia, mentre la spiaggia di Jimbaran Bay è perfetta per una romantica cena sul mare.

Nella zona di Kuta è poi possibile visitare il tempio di Tanah Lot, uno dei più scenografici di tutta la zona: il tempio è dedicato alla divinità del mare e dei serpenti ed è stato costruito su un isolotto roccioso proprio di fronte alla costa. Questa particolare posizione fa sì che il tempio possa essere raggiunto solo a piedi e nei momenti di bassa marea.

Il villaggio di Candi Dasa

Nella parte orientale dell’isola si trova il villaggio di pescatori di Candi Dasa, una delle più importanti mete turistiche di Bali. Il villaggio si affaccia su una splendida laguna e offre la possibilità di praticare diversi sport acquatici ed escursioni. Fra i luoghi da visitare sicuramente c’è il tempio indù di Pura Candisasa e il complesso di templi di Besakih (che richiede però una lunga salita a piedi).

Per gli amanti della natura l’idea può essere quella di programmare un trekking sul Monte Agung, vulcano spento dalla cui cima è possibile godere di una vista della zona e una visita al Parco di Kertha Gosa, caratterizzata da laghetti e giardini zen.

Escursioni e Tour a Bali

©Copyright 2019-2021 Viaggialo.com

Non perderti nessuna offerta

Ricevi le migliori offerte in anteprima.

Grazie! Abbiamo ricevuto la tua e-mail.

Qualcosa è andato storto